Sigonella, Niscemi e dintorni. Wargames nel giardino di casa
07/01/2020

(Salvatore Parlagreco) Ci sono i nostalgici che davanti alle capriole della politica – soprattuto quella siciliana, di infima qualità – si fanno venire il mal di mare: svengono, bestemmiano, vomitano, s’azzuffano. Poi, ci sono quelli come me, che si scompisciano dalle risate davanti a tanta spregiudicata minchioneria e cospirano con l’intenzione di ammollare a freddo una pizza in faccia ai protagonisti dell’ultima capriola, i tre moschettieri che in Sicilia sono stati folgorati da Salvini che sculetta, voglioso, al Papete, davanti alle gnocche di Milano Marittima.
Il momento giusto per punire i folgorati non verrà mai? L’attesa mi fa felice, comunque.
I nostalgici del c’era una volta l’Assemblea regionale siciliana terza Camera del Paese postfascista pensano che l’adesione di tre deputati regionali siciliani, diversamente eletti, al Papete sia l’ultimo, o il penultimo segno prima dell’Apocalisse e corrono al supermercato per resistere con i piatti precotti prima che la terra si trasformi nella porta dell’inferno.
Io mi sento un bruco pronto a trasformarsi in farfalla, il Signore ha tolto la squame ai miei occhi. Conservo a portata di mano la pizza da ammollare ai tre moschettieri del Papete e apro il cuore al futuro. Relativismo biasimevole e furbo? Non mi riprovate per favore. Era forse meglio quando un uomo di partito giurava che il nero fosse banco e il bianco nero sull’altare dell’Idea e dell’Imperativo categorico? No, non facciamoci imbrattare dalla morale.
Le capriole sono esercizi ginnici, che male c’è? Quando si raggiunge la sommità non si puo’ che scendere, e quando si è sotto il marciapiede non si può che salire. Filosofia. I nuovi sudditi del Papete obbediscono all’istinto di conservazione della specie. Non credete a Mr.Darwin? Non fatevene un cruccio. Vi riferisco quanto ha detto l’astronomo inglese Fred Haile per farvi sentire a vostro agio: “Credere nei meccanismi teorici di evoluzione darwiniana è come credere che un urugano che soffi dentro un cimitero delle macchine usate possa mettere insieme un Boing 707”.
Perciò nel mio futuro c’è solo una pizza da ammollare a questi sciagurati voltagabbana giusto per sentirmi a posto. E me la rido. Anche un bruco vuole la sua parte…
(p.s. Ti abbandono Idea, ma tu non abbandonarmi…)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.